Martedì, 02 Settembre 2014 08:33

Asti, continuano gli interventi di riqualificazione dei parchi Bramante e Biberach

Il tavolino predisposto al Parco Bramante Il tavolino predisposto al Parco Bramante
Il primo degli interventi concordati con i fruitori del Parco Bramante di Asti è stato effettuato dal Comune. 

E’ stato infatti installato il tavolo con panchine richiesto dai frequentatori del Bramante al Sindaco e all’Assessore Bianchino durante il sopralluogo effettuato la scorsa settimana.

A breve verranno risistemati i seggiolini nell’altalena, tolti perché troppo vecchi e deteriorati. Nei giorni scorsi è stato anche riattivato lo scarico della fontanella che risultava da anni intasato dopo che sono state rimosse le staccionate in legno diventate pericolose per l’opera di alcuni vandali.

Il Sindaco Brignolo e l’assessore Bianchino nello stesso giorno hanno effettuato anche un sopralluogo al parco Biberach dove hanno concordato con i fruitori dell’area verde alcuni interventi che saranno realizzati nelle prossime settimane: l’aggiunta di alcune panchine, la rimozione di un tavolo ormai deteriorato e non più utilizzato e un intervento per ripristinare il campetto da calcio (sostanzialmente costituito da due porte nel prato) sito nella parte bassa dell’area verde.





“Sposteremo le porte del campetto nell’area adiacente, che è altrettanto in piano, e ripristineremo con terra ed erba la zona attualmente deteriorata: quando il prato sarà tornato bello vi riporteremo le porte” hanno spiegato gli amministratori.

Successivamente le porte verranno spostate periodicamente nell’una e nell’altra area, in modo che l’erba abbia sempre tempo di riprendersi e il campetto resti sempre in buono stato: “una sorta di applicazione al campetto, del principio della rotazione delle colture...” hanno commentato il sindaco e l’assessore.

L’intervento più complesso è quello che riguarda le fontanelle: “ho scoperto solo ora –dichiara Brignolo- che erano state realizzate parecchi anni fa, senza allacciamento alla fognatura: proveremo ad effettuare uno scasso e a ripristinare lo scarico con un impianto a dispersione nel terreno, cercando di farlo già nelle prossime settimane, anche se l’opera richiede un piccolo
investimento e abbiamo carenza di risorse”.


Con l’occasione il sindaco e l’assessore hanno anche fornito un po’ di informazioni alle persone curiose di conoscere il futuro del Parco, in relazione all’annunciata edificazione di un palazzo nella zona di via Rossini.

“La variante urbanistica appena approvata dalla Città ha messo in sicurezza il Parco Biberach che non potrà più essere toccato né con edificazioni, né con strade o parcheggi; il progetto del palazzo di cinque piani al margine del Parco quindi ha dovuto limitarsi alla proprietà privata sita tra via Rossino e il Biberach e utilizza la cubatura da sempre prevista in quella zona dal piano
regolatore
” hanno spiegato gli amministratori.

“Abbiamo già avuto contatti con i progettisti per destinare una quota degli oneri di urbanizzazione per interventi a miglioramento del Parco” hanno concluso Brignolo e Bianchino.

Complessivamente i fruitori delle due aree verdi hanno espresso apprezzamento per il miglioramento, constatato ultimamente, della manutenzione delle medesime.