Stampa questa pagina
Giovedì, 28 Agosto 2014 12:36

Presentati i nuovi parcheggi scambiatori: una novità "a costo zero" per la città di Asti

Una novità a costo zero, sia per quanto riguarda la progettazione da parte del Comune e assolutamente gratuita per quanto riguarda gli utenti.
 Il sindaco Fabrizio Brignolo ha presentato oggi il nuovo sistema di parcheggi scambiatori ai margini della Città, in cui gli automobilisti possono lasciare la vettura in sosta gratuita e salire sull’autobus viaggiando gratuitamente per tutto il giorno su tutte le linee urbane.
 
"Abbiamo voluto provare questa sperimentazione -afferma il sindaco - per vedere se questo sistema si adatta a una città dalle medie dimensioni ma con una rete viaria molto estesa come Asti. Se al termine del periodo di prova avremo un esito positivo, saremo in grado di capire quali e quanti invstimenti fare",
 
Sono stati scelti quattro parcheggi posti sulle quattro bisettrici di ingresso in città, questi sono in quattro parcheggi prescelti:
Parcheggio interscambio SUD, corso Savona, fermata esistente LINEA 1: parcheggio pubblico su lato destro del corso in ingresso in Città, di fronte a fava e Scarzella,  prima della svolta a dx per loc. Trincere.

Parcheggio interscambio OVEST, località Canova ss. per Torino, fermata esistente LINEA 3: parcheggio Pubblico prospiciente Red & Black.
 
Parcheggio interscambio NORD, ss. per Chivasso direttrice corso Ivrea fermata esistente LINEA 1: una porzione del parcheggio dipendenti Asp del deposito Valbella.

Parcheggio interscambio EST, corso Alessandria Capolinea LINEA 3: parcheggio concesso in uso dal distributore Eni.
 

E’ stata poi  individuata la seguente modalità di servizio: l’utente che sale a queste fermate esibisce all’autista la carta di circolazione del mezzo che ha lasciato in sosta. L’autista consegna quindi un titolo di viaggio sul quale è già indicata la data del giorno in cui il biglietto viene consegnato. Il passeggero deve annotare sul biglietto il numero di targa del veicolo lasciato in sosta.
 
Con tale biglietto l’utente potrà viaggiare su tutti gli autobus urbani della Città gratuitamente per tutto il giorno. A ogni controllo dovrà esibire biglietto e carta di circolazione del veicolo lasciato in sosta.
 
"E' una idea innovativa - racconta il presidente dell'Asp Paolo Bagnadentro - che fa di questa azienda non solo un semplice appaltatore di una committenza comunale, ma una struttura con una mission precisa. E' un progetto di marketing territoriale, che nello stesso tempo svuota il centro dalle auto e fa sì che Asti abbia un maggiore appeal turistico".
 
“Cosa rende unico in Italia il sistema di Asti è proprio la totale gratuità del servizio – conclude il Sindaco Fabrizio Brignolo- e il fatto che tutta l’operazione viene fatta a costo zero per i cittadini, a differenza di altre città dove si sono spesi molti soldi per realizzare parcheggi scambiatori poi rimasti vuoti”.
 
La città di Asti, secondo alcuni studi svolti qualche anno fa, ha un afllusso medio di circa 10mila veicoli al giorno, con altrettanti veicoli che lasciano Asti per le città vicine.
 
Alessandro Franco