Lunedì, 25 Agosto 2014 17:27

Saitta: contro la SLA ''Da Torino meno docce fredde e più risultati''

Arriva da Torino qualche speranza nella lotta contro la SLA e la notizia è di gran lunga più rilevante delle tante docce gelate dell'Ice Bucket Challenge tanto in voga tra i vip, anche nostrani, in questi giorni.
Lo sostiene l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Antonio Saitta.

Sono orgoglioso – prosegue Saitta -he Torino e l’ospedale Molinette siano stati protagonisti nella realizzazione di questo risultato, anche se sicuramente riscuoterà minore attenzione mediatica di quanto non faccia una secchiata d’acqua ghiacciata”.

Senza nulla togliere a tutto ciò che può contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica intorno ad una grave malattia come la SLA – aggiunge l’assessore alla Sanità –  mi pare doveroso richiamare l’attenzione sulla necessità di finanziare la ricerca e di mettere in campo aiuti concreti alle famiglie che assistono i malati. Perché, purtroppo, sono proprio i malati, i familiari e i ricercatori a sperimentare sulla propria pelle le ‘docce fredde’ dei tagli ai finanziamenti”.

Le campagne ‘virali’ – conclude Saitta - durano meno del quarto d’ora di celebrità di Andy Warhol. Le malattie e il dolore richiedono risposte concrete ed efficaci: ben vengano le secchiate d’acqua (se accompagnate da generosi bonifici a favore della ricerca), ma ben vengano soprattutto risultati concreti come quello dello studio delle Molinette”.