Giovedì, 31 Luglio 2014 16:30

Ascom Confcommercio Asti e Golf Feudo insieme per far crescere il turismo sportivo e non solo

da sx Lisabetta Lo Monaco del Feudo di Asti e Claudio Bruno di Confcommercio Asti da sx Lisabetta Lo Monaco del Feudo di Asti e Claudio Bruno di Confcommercio Asti

Questa mattina presso la Confcommercio di Asti si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di un'importante convenzione tra l'Ascom ConfCommercio e il Golf Feduo di Asti.

A presentare questo accordo, stipulato nei giorni scorsi, sono stati il presidente della Confcommercio di Asti Claudio Bruno e la rappresentante del Golf Feudo di Asti, Lisabetta Lo Monaco. 

E' Claudio Bruno il primo a prendere la parola: “Siamo di fronte a grandi eventi ed occasioni irripetibili e per questo dobbiamo puntare  molto  su professionalità e  qualità dell’offerta, ma  solo lavorando assieme e cercando di creare le giuste sinergie con gli operatori commerciali e della ristorazione, possiamo pensare di ottenere un certo tipo di risultato; è nostra intenzione proporre ai turisti dei pacchetti che contengono una ampia possibilità di scelta e che siano una guida per la nostra città, per scoprire monumenti, servizi, bar ristoranti e tutto ciò che può rendere il soggiorno piacevole al punto tale da volerci tornare”.

Ma non ci sono solo i grandi eventi del 2015 (l'Expo e il Bicentenario della nascita di Don Bosco) che portano turisti ad Asti e provincia: "spesso infatti si dimentica del turismo sportivo, noi abbiamo cercato con questo accordo di valorizzarlo, attraverso l’offerta sportiva, del relax e del benessere personale che sarà proponibile proprio tramite una struttura organizzata e funzionale come quella del Feudo; un complesso che ha tutte le caratteristiche per essere un punto di riferimento per Asti in un contesto internazionale e che partendo magari proprio dal Golf, possa offrire un'opportunità in più ai turisti, ma soprattutto agli operatori commerciali e del turismo astigiani“.

Lisabetta Lo Monaco conferma: "Da noi vengono molti stranieri, in particolare dalla penisola scandinava per fare le vacanze in Italia e giocare a golf; si muovono ovviamente con tutta la famiglia, e questo porta alla necessità offrire alternative al golf a alla piscina." Poi fa una precisazione importante: "Il golf è da sempre considerato sport di elite e per persone sopra i 40/50 anni, invece è alla portata di tutti e noi puntiamo molto sui giovani come dimostra il camp che si è appena concluso che ha coinvolto tantissimi ragazzi."

Sono allo studio infatti l'organizzazione di itinerari turistici ed enogastromici, si pensa anche a delle navette che da Settime, dove ha sede il Feudo, portino in città i turisti per  fare shopping nei negozi; l'accordo tra Confcommercio e Feudo prevede infatti agevolazioni  per i turisti del Golf negli esercizi commerciali soci dell'ente astigiano e viceversa.

Claudio Bruno spiega come si stanno organizzando: “Stiamo lavorando su un “programma” ed un'offerta mirata, che guarda non solo ad  EXPO 2015, ma che cercheremo di sviluppare per valorizzare questo nostro territorio recentemente riconosciuto “patrimonio dell’umanità” dall”UNESCO e lo faremo anche utilizzando strumenti importanti come quello della formazione, organizzando corsi di lingue e di accoglienza, rivolti  ai commercianti ed a tutti quegli operatori del settore, non a caso nei giorni scorsi abbiamo inaugurato i nuovi locali di Forter Piemonte – Ente di Formazione di Confcommercio, con nuove aule attrezzate che vanno ad  aggiungersi a quelle già utilizzate nella sede”.