Mercoledì, 02 Luglio 2014 09:27

Incontri tra sindaci e Asl per il futuro della sanità Astigiana: prima tappa a Incisa

Nella foto, un momento dell'incontro a Incisa Scapaccino Nella foto, un momento dell'incontro a Incisa Scapaccino

I presidenti dell’assemblea e della conferenza dei sindaci dell’Asl, Flavio Pesce, sindaco di Nizza Monferrato e Fabrizio Brignolo sindaco di Asti, con il direttore generale dell’Asl Valter Galante e con la consigliera regionale Angela Motta hanno intrapreso una serie di incontri per esaminare i problemi della sanità in provincia di Asti.

Il primo incontro è avvenuto a Incisa Scapaccino, con i sindaci rappresentanti dell’Unione Collinare Vigne e Vini.
Tra i temi trattati il futuro dell’ospedale della Valle Belbo, che tutti i sindaci (compreso il primo cittadino del comune capoluogo) considerano una priorità e rispetto al quale vengono chieste alla Regione garanzie sulla
sussistenza della copertura finanziaria per la conclusione dei lavori, nonché sulle attività che vi saranno insediate.

E’ infatti necessario che siano attività realmente utili all’equilibrata distribuzione dei servizi e delle funzioni sull’intero territorio provinciale.
Sono state altresì sollevate preoccupazioni circa il fatto che i tagli estremamente drastici imposti dal piano di rientro a suo tempo firmato tra Regione e Stato possano abbassare troppo la soglia del livello di servizio, in
relazione a tempi di attesa e completezza dell’assistenza sanitaria, soprattutto per quei paesi che hanno maggiori difficoltà viabilistiche e di distanza chilometrica a raggiungere la struttura di Asti.

Qualche timido spiraglio di ottimismo è ricondotto al fatto che il piano di rientro ha un arco temporale destinato a terminare nel 2015, per cui si spera che alla conclusione la Regione possa acquisire nuovamente un maggior margine di intervento.

Il prossimo incontro è previsto nella zona ovest della Provincia.