Lunedì, 30 Giugno 2014 13:58

La rete oncologica piemontese al centro dell'incontro fra l'assessore Saitta e il direttore dell'ASL di Alessandria

Procedura sulla dose unica del farmaco e gestione dei farmaci antiblastici per i pazienti affetti da forme tumorali sono stati tra gli argomenti del colloquio tra l'assessore alla sanità della Regione  Piemonte, Antonio Saitta, e il direttore dell'Asl di Alessandria, Paolo Marforio.

"Ho ribadito al dottor Marforio la centralità del ruolo di coordinamento delle rete oncologica piemontese guidata dal dottor Oscar Bertetto  -  dice  l'assessore  -  che aveva da molto tempo fornito indicazioni diverse da quanto si è poi verificato ad Alessandria.
Venerdì 4 luglio, subito dopo un incontro di presentazione che avrò con tutti i vertici di Aso e Asl piemontesi in assessorato, torneremo ad approfondire le questioni collegate alla preparazione dei farmaci antiblastici, per capire se centralizzare ad Alessandria appaia con i dati alla mano la soluzione più corretta sia per ragioni economiche sia per tutelare la salute dei pazienti, che restano al centro delle nostre preoccupazioni prioritarie.

Per quanto riguarda la procedura sulla dose unica del farmaco, ho chiesto a Marforio una pausa di riflessione in attesa di verifiche sui reali risparmi che l'attuale gestione comporta o meno.

Esiste una commissione regionale istituita da tempo e mai finora convocata, alla quale ho già chiesto di valutare il caso di Alessandria, un caso unico e che non intendiamo estendere come sperimentazione ad altre Asl fino a quando non sarà dimostrata con certezza una reale convenienza".