Stampa questa pagina
Sabato, 28 Giugno 2014 07:42

Ieri un incontro con l'assessore regionale per discutere dei tagli al trasporto pubblico locale

Nella foto Enrico Giachino, Domenico Geloso, Francesco Balocco, Angela Motta Nella foto Enrico Giachino, Domenico Geloso, Francesco Balocco, Angela Motta
Ieri l'assessore ai Trasporti della Regione Piemonte ha incontrato il Presidente ed il vice Presidente del Coas, il consorzio delle aziende di trasporto pubblico locale; era inoltre presente la consigliera regionale Angela Motta.
Durante l'incontro, ritenuto da tutti molto proficuo, il Presidente Enrico Giachino ha chiesto di rivedere i tagli al trasporto pubblico locale decisi dalla Regione dalla Giunta Cota per l’Astigiano.
Per la nostra provincia infatti è prevista una riduzione dei fondi a copertura del settore pari al 20%, che si va a sommare a quelle già attuate a partire dal 2011.
Tradotto in numeri, significa per il 2014 una “sforbiciata” da 1,3 milioni di euro, tanto che le sette aziende che compongono il consorzio astigiano Coas prevedono anche ricadute occupazionali.
 
Altro problema segnalato, l’assegnazione d’ufficio dalla Regione alle Province di Alessandria e di Cuneo, rispettivamente, delle linee  Asti-Casale-Mortara, Castagnole-Alessandria e Asti-Alba, nonostante l’utenza sia principalmente astigiana e la maggior parte delle fermate rientri nei confini della nostra provincia. "La riassegnazione alla nostra Amministrazione di queste due linee - precisa il Presidente Giachino - ci darebbe l’opportunità di programmare una ristrutturazione dei servizi che attenuerebbe notevolmente l’impatto della riduzione dei fondi".
 
Infine è stato chiesto di rivedere gli accordi per la linea Asti-Chivasso su cui le aziende hanno un problema collegato all'abbonamento "Formula" che crea disuguaglianze nei rimborsi tra aziende che effettuano il servizio.
Al termine l'assessore ha incontrato anche una rappresentanza del Comitato Sap composto dagli autisti dipendenti delle aziende di trasporto.
 
L'assessore regionale che sta monitorando la situazione del trasporto pubblico nelle varie province, si è impegnato a verificare con il Presidente Chiamparino e con il collega Reschigna, assessore al Bilancio, la possibilità di reperire ed integrare le risorse necessarie per chiudere il 2014 senza mettere in difficoltà sia le aziende che i dipendenti delle stesse sia l'utenza costituita principalmente da studenti e lavoratori.