Giovedì, 26 Giugno 2014 13:24

Sciolta la società dell'Enofila: l'immobile torna al Comune di Asti

Questa mattina alla presenza del Notaio Amici Ceva di Nucetto si è svolta l’assemblea straordinaria con la quale è stato deliberato lo scioglimento e la messa in liquidazione della società dell’Enofila da parte del Sindaco Fabrizio Brignolodel Presidente della Camera di Commercio Mario Sacco e del Commissario della Provincia Ardia.

L’occasione ha quindi anche fornito l’opportunità per i saluti al Commissario da parte del Sindaco e del Presidente della Camera di Commercio, che hanno rinnovato l’impegno a collaborare per l’economia della Città e l’adeguato utilizzo dell’immobile.

La svolta nella gestione della società si è avuta nel novembre 2012, allorquando, in sede di pratica di Assestamento di Bilancio, su proposta del Sindaco Brignolo, il Consiglio Comunale approvava un  emendamento con il quale si disponeva di non ripianare più le perdite dell’Ente, com’era avvenuto negli anni precedenti.
L’obbiettivo è quello di sciogliere ed estinguere la società entro l’anno, così dall’evitare per il futuro spese connesse alla gestione della società.

L’impegno del Comune, che con lo scioglimento della società rientrerà nella piena proprietà dell’immobile, oggi concesso in diritto di superficie alla società  Aurum et Purpura –ha dichiarato il Sindaco Brignolo- è quello di continuare a collaborare con Camera di Commercio e Provincia affinché questa struttura possa essere utilizzata sempre di più e meglio come strumento per le politiche turistiche e di sviluppo economico dell’intero territorio astigiano”.