Mercoledì, 25 Giugno 2014 17:38

Rendiconto 2013 Regione Piemonte: il commento di Davide Bono

L'esponente del gruppo consiliare del M5s Davide Bono, a seguito della discussione odierna sul Rendiconto 2013 della Regione Piemonte, fa alcune considerazioni.

Secondo Bono, infatti, "L'anticipo di liquidità del DL 35 ha solo alleviato temporaneamente i cronici problemi di cassa dell'Ente".E continua: "Negli anni gli impegni in uscita sono diminuiti sino a 11 miliardi di euro, ma le entrate accertate si sono abbassate a 10,4 miliardi di euro. Sono quindi sorpreso positivamente nell'apprendere dal Rendiconto 2013 di un disavanzo di soli 364 milioni di euro. Meno chiara mi è la posizione dei 900 milioni di perenti in Sanità che dovrebbero essere coperti dal già citato DL 35".

Il Gruppo consiliare M5S rimane molto critico sull'idea di prolungare il rientro dal debito, riducendo le rate annuali, che significherebbe sostanzialmente indebitare ulteriormente le generazioni future. Soprattutto se a ciò non corrispondesse l'immediata aggressione della spesa improduttiva e clientelare dell'Ente, nonché la messa in efficienza della spesa sanitaria che conta, con i suoi 8,3 miliardi di euro, per circa l'80% della spesa della Regione.
 
Per gli esponenti del M5s da fare immediatamente è una riforma a base di informatizzazione sanitaria, messa in rete dei servizi territoriali e controllo della spesa farmaceutica.