Lunedì, 23 Giugno 2014 07:46

Il riconoscimento Unesco argine contro il consumo indiscriminato del suolo

Spaziano su vari settori i commenti al riconoscimento UNESCO come patrimonio dell'umanità di Langhe Monferrato e Roero.

Il via libera all’iscrizione dei "Paesaggi vitivinicoli del Piemonte, avvenuto a Doha in Quatar “E’ un atteso riconoscimento al lavoro di intere generazioni di agricoltori che hanno realizzato nel tempo un territorio unico ed inimitabile di una bellezza straordinaria, ma capace anche di esprimere produzioni da primato conosciute ed apprezzate in tutto il mondo” ha affermato il presidente nazionale della Coldiretti, Roberto Moncalvo.

Gli fa eco il direttore di Coldiretti Piemonte Antonio De Concilio “Il riconoscimento Unesco ai territori di Langa, Roero e Monferrato rappresenta la risposta concreta all’esigenza di tutelare e valorizzare i territori della nostra regione. Ma serve anche a porre alla società intera l’inquietante interrogativo sul consumo di suolo. Ancora oggi, nonostante le campagne di sensibilizzazione, si consumano nel nostro Paese 70 ettari al giorno di terreno fertile, un bene non riproducibile”.

Si consolida il primato mondiale dell’Italia nel turismo enogastronomico che da solo vale 5 miliardi ed è in continua crescita, ma una spinta determinate viene anche per l’insieme della vacanza Made in Italy con un terzo (32,7 per cento) del budget destinato da italiani e stranieri all’acquisto di prodotti alimentari o ai pasti consumati in ristoranti o trattorie.

"Le ricadute positive del riconoscimento potrebbero portare tra l’altro - evidenzia De Concilio - ad una crescita del turismo di circa il 30% nei primi cinque anni, sulla base degli effetti sui siti promossi in passato".

Monferrato, Langhe e Roero coprono il 90 per cento della produzione vinicola del Piemonte, che è complessivamente pari a circa tre milioni di ettolitri di vino l’anno con un fatturato sui 335 milioni di euro, con il 60 per cento dell’intera produzione che è esportato in Germania, Gran Bretagna, Francia, Svizzera e Stati Uniti.