Lunedì, 16 Giugno 2014 16:18

Giovane di Asti studierà in Argentina grazie a "Fondazione CrAsti" e Fondazione Intercultura

Claudia Longo, 16 anni, dell’Alfieri di Asti sarà l’ambasciatrice astigiana in Argentina.

Grazie infatti alla Borsa di studio “Fondazione Cassa di Risparmio di Asti” e della Fondazione Intercultura, potrà studiare per un anno in una scuola del Sud America, dove non solo seguirà i corsi ma imparerà a diventare cittadina del mondo, ospitata da una famiglia del luogo.

Il primo appuntamento per Claudia è fissato per il 19 giugno, alle 11 , presso la sede di Fondazione CrAsti, in cui si terrà la cerimonia di premiazione durante la quale la giovane riceverà la pergamena dal Dott. Michele Maggiora, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti; in rappresentanza di Intercultura interverranno la Dott.ssa Anna Rita Nulchis, membro del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione e Alessia Spena, Presidente Centro Locale di Intercultura di Asti.

“Fondazione Cassa di Risparmio di Asti” crede fortemente nell’investimento sulla formazione dei giovani del territorio e nell’importanza che questa esperienza di vita e di studio all’estero ha nel bilancio della formazione personale di chi è partito, non solo sul piano delle lingue e delle competenze pratiche, ma anche e soprattutto nella capacità di affrontare al meglio le sfide del mondo dello studio e del lavoro.

“L’Educazione, Istruzione e Formazione è uno dei settori rilevanti per ciò che riguarda l’attività della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e con questa collaborazione con la Fondazione Intercultura Onlus intendiamo ulteriormente incentivare e premiare l’impegno dei nostri giovani che sempre più dovranno imparare a confrontarsi e a interagire con il resto del mondo. Un’esperienza di studio e di vita all’estero potrà aiutarli a crescere e a farli diventare autonomi nello studio e nella vita.”

Investire in “Intercultura” per un ente come “Fondazione Cassa di Risparmio di Asti” significa credere nella priorità dell’apprendimento interculturale da parte delle giovani generazioni, ovvero la capacità di interiorizzare i diversi bisogni di studio che emergono dall’evolvere della società contemporanea, integrando i punti di vista “locali” in un processo di dialogo interculturale.

Questo perché nell’esperienza all’estero sono messe in gioco capacità di adattamento, abilità di problem solving, necessità di comunicare in un contesto sconosciuto, senso di disciplina, capacità di organizzazione personale: tutti elementi che portano ai saperi del XXI secolo, imprescindibili nella formazione personale e professionale dei nuovi manager e dei cittadini del mondo in senso lato.

Grazie a queste Borse di studio, totali o parziali, messe a disposizione da aziende, enti e banche italiane e a quelle del fondo Borse di studio Associazione Intercultura, ogni anno circa 1800 studenti italiani, dall’età compresa tra i 15 e i 17 anni,delle scuole medie superiori partono per un’esperienza di studio all’estero tramite l’Associazione Intercultura.

Per maggiori informazioni sull’evento di premiazione e sulle attività di Intercultura ad Asti è possibile contattare la Presidente del Centro locale, Alessia Spena all’inidrizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure visitare il sito dell’Associazione all’indirizzo