Sabato, 07 Giugno 2014 10:37

Caso Elena Ceste: monitorato tratto del Tanaro fra AT e AL, avvistato qualcosa di insolito?

Proseguono oggi le ricerche e i monitoraggi da parte dei vigili del fuoco e della protezione civile con carabinieri del corpo di Elena Ceste. In particolare vengono scandagliati tratti del fiume Tanaro fra Castello d'Annone, Masio fino alle porte di Alessandria.
I sopralluoghi sono ripresi dopo una segnalazione di un presunto avvistamento. Elena Ceste 37 anni la madre di 4 figli è scomparsa dalla frazione Motta di Costigliole, nell'astigiano il 20 gennaio scorso.

Da ieri e fino alla serata odierna grazie anche alla giornata soleggiata e particolarmente chiara proseguono i sondaggi del tratto di fiume da parte dei vigili del fuoco del reparto sommozzatori coordinati dai Carabinieri. Ieri i sommozzatori hano effettuato una serie di immersioni al confine fra le province di Asti e Alessandria, oggi sono impegnati in prossimità della diga di Masio e nel pomeriggio fra Masio e il comune di provincia.

Proseguono intanto gli appelli e le interviste per trovare indizi e ragioni che possano portare alla soluzione del giallo. Del caso di cronaca, divenuto ormai di rilevanza nazionale se ne sono occupate le trasmissioni del pomeriggio che hanno raccolto anche una dichiarazione del Vescovo di Asti sulla questione delle confessioni della donna al parroco di Motta e altri rotocalchi di prima serata, in particolare Chi l'ha visto di Rai Tre in onda ogni mercoledì.