Martedì, 03 Giugno 2014 14:05

Al via la settimana dedicata al Raduno dei Bersaglieri: attesi ad Asti oltre 10mila cappelli piumati

Prende il via la settimana dedicata ai bersaglieri, con il grande raduno che mobiliterà l'intera città da giovedì a domenica prossima.
Oggi, in sala Pastrone, la conferenza stampa che ha dato il via ufficiale all'evento. La presentazione ufficiale è avvenuta alla presenza del Prefetto di Asti, Pier Luigi Faloni, del Sindaco di Asti, Fabrizio Brignolo, del presidente nazionale dell’Associazione, Generale di Divisione, Marcello Cataldi e del Presidente del Comitato Organizzatore Mauro Capra.

Negli interventi che si sono succeduti, il Prefetto Faloni ha sottolineato il grande sforzo compiuto da tutti sia in termini di logistica che di organizzazione e ha lodato il coinvolgimento di tutti i corpi.

"Un grande onore per Asti - ha detto il sindaco Brignolo - città che ha avuto modo di ospitare per tanto tempo un reggimento di bersaglieri, ma anche una grande occasione economica e turistica per la nostra città".

A fare eco alle parole del sindaco, sia il presidente della Camera di Commercio, Mario Sacco, sia il vicepresidente della Fondazione CrAsti, PierFranco Ferraris, che hanno sottolineato nei propri interventi il valore strategico di questa grande manifestazione. Ad entrare nel dettaglio del programma ci ha pensato Mauro Capra, che ha presentato la medaglia ufficiale del raduno e, non senza un briciolo di commozione, il numero unico dedicato all'evento.

"I bersaglieri si attengono al decalogo del generale La Marmora - ha detto il presidente dell'Associazione Nazionale generale di divisione, Marcello Cataldi - la nostra è una festa ma sempre nel ricordo dei nostri commilitoni in divisa che hanno dato la vita per la Patria, come Giuseppe La Rosa, che ha dato la vita in Afghanistan lo scorso 8 giugno, e alla cui memoria è dedicato questo raduno".

Spazio anche alla solidarietà:  il consigliere delegato della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus, Giampiero Gabotto ha ringraziato le istituzioni e  l’Associazione Bersaglieri per la sensibilità dimostrata in occasione dell'evento. Ha ricordato inoltre che l’Istituto di Candiolo è nato grazie alla generosità di oltre 300mila piemontesi che con piccole e grandi offerte hanno reso possibile la costruzione del centro tumori, i cui lavori della seconda Torre per la Ricerca sono in fase di completamento.

Quindi, i numeri di un grande evento: parteciperanno 71 fanfare, 15 gruppi in uniforme storica con bicicletta,10 gruppi ufficiali oltre ai militari di reparto appartenenti alla specialità, per una sfilata che non avrà nulla da invidiare alla parata del 2 giugno sui Fori Imperiali.

Il ricco programma, con concerti, convegni e  altre cerimonie: il clou ovviamente sarà domenica, con lo sfilamento dei reparti che prenderà il via dall'ammassamento in piazza Campo del Palio alle ore 9.45 per poi concludersi verso le 13. 

Per tutte le informazioni, www.radunobersaglieri.it