Domenica, 01 Giugno 2014 09:03

L'Associazione Libera al Festival Passepartout di Asti

Con una postazionecon il materiale informativo e con la partecipazione con domande e riflessioni che verranno raccolte per gli approfondimenti, sarà presente LIBERA, l’Associazione contro le mafie, al festival Passepartout di Asti, Palazzo del Collegio 7-15 giugno.
 
Isabella Sorgon, del Coordinamento Provinciale di Asti, così commenta la presenza al festival culturale astigiano: “Partecipare a Passepartout rappresenta un onore ed una occasione preziosa per testimoniare la presenza sul nostro territorio di una rete virtuosa di cittadini e di associazioni che fanno cultura della legalità. La lotta alle mafie passa attraverso alla lotta all’ignoranza, alla disinformazione ed alla  strumentalizzazione della cultura: una cultura libera e plurale che permetta ai cittadini di accedere e di agire i propri diritti, garantiti in modo esemplare dalla nostra Carta Costituzionale.
 
Vogliamo aiutare la Città a crescere, in saggezza, forza e autorevolezza, intensificando la rete sul territorio per dare voce, proposte e dove possibile risposte concrete ai bisogni della nostra città. Far nascere nel nostro territorio astigiano una rinnovata fiducia nella politica quella vera, quella che le cose le fa e non solo le dice..per tutti e non solo per qualcuno, partendo dal basso, dai bisogni della società civile, in sinergia on il governo locale e le istituzioni. Dove c’è voglia di cultura di libertà e responsabilità Libera ci sarà sempre!”

 
Ricordiamo che il Coordinamento Provinciale di Libera Asti nasce nell’aprile 2005,con il supporto dell’ufficio pace del Comune di Asti, quale primo gruppo Provinciale di Libera nato in Italia.  E’ composto da una rete di cittadini e di associazioni che collaborano attivamente tra loro sul territorio astigiano per promuovere la cultura della legalità e sensibilizzare alla lotta civile e costruttiva contro ogni tipo di criminalità, in particolare quella mafiosa.