Martedì, 27 Maggio 2014 08:39

Come difenderci dal Bullismo: se ne parla con l’Asl e le Forze dell’Ordine in Uni-Astiss

Sarà un momento di riflessione scientifica sul fenomeno del bullismo, su come difendersi e collaborare con la magistratura, la scuola, le forze dell'ordine, i cittadini per arginare il suo dilagare, il convegno organizzato venerdì 30 maggio, dalle 8.30 alle 16.30 presso l'aula magna del Polo Universitario di Asti (area De Andrè). 

A promuoverlo è l'ASL AT, rappresentata dall’equipe multidisciplinare contro abuso e maltrattamento di minori, in collaborazione con il Provveditorato agli Studi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e il Polo Uni Astiss.

I lavori verranno coordinati dal responsabile dell'equipe, il dr. Maggiorino Barbero: "Il bullismo - dichiara Barbero - è un fenomeno sommerso e dalle molte sfaccettature. Il convegno conclude la prima parte di un percorso, avviato già lo scorso anno, con i dirigenti scolastici e gli insegnanti in collaborazione con il provveditore agli studi, la magistratura e le forze dell'ordine che ha consentito di studiare e analizzare il fenomeno. Sono emersi dati interessanti che inquadrano il bullismo anche a livello locale consentendoci di fare un piano di azione condiviso con tutti i soggetti istituzionali che si occupano a vari livelli di casi di minori ".

Il mattino vedrà gli interventi di diverse figure professionali che studiano il bullismo: il medico, l'assistente sociale, il dirigente scolastico, lo psicologo, il giudice, l'avvocato, il dirigente di Polizia Municipale. Nel pomeriggio interverranno l'Arma dei Carabinieri, la Polizia, la Procura della Repubblica, Il Tribunale dei Minori.

La giornata di interventi si concluderà con una strategia condivisa di intervento, con la rilevazione e l'individuazione di strumenti operativi per la formazione delle figure professionali. Gli interventi verranno moderati da Maggiorino Barbero e Anna Maria Scarrione.

Il convegno è accreditato con l'Ordine degli Avvocati di Asti e consente l'acquisizione di 4 crediti formativi. Per consultare il programma clicca QUI.

Informazioni e adesioni: tel. 0141.485462 - 489886 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.