Venerdì, 25 Aprile 2014 10:58

Rinnovati i vertici dei giovani di Confagricoltura Asti

Nella foto di Vittorio Ubertone, il nuovo direttivo dell'Anga Asti Nella foto di Vittorio Ubertone, il nuovo direttivo dell'Anga Asti
Armando Assenza Parisi, 23 anni, una laurea all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, contitolare dell’agriturismo Le Due Cascine di San Marzano Oliveto, è il nuovo presidente dell’Anga Asti, l’associazione che, sotto l’ombrello di Confagricoltura, raggruppa i giovani imprenditori agricoli. 
Subentra a Davide Razzano, imprenditore del Nord Astigiano, che ha ricoperto la carica di presidente dell’Anga astigiana per due mandati.
 
Il rinnovo delle cariche si è svolto giovedì (24 aprile) all’agriturismo Cascina Dani di Agliano Terme, in concomitanza con il convegno “Tempo di scelte: agricoltura 2.0” incentrato sul rapporto tra attività rurali e giovani, a cui hanno partecipato i vertici dell’Anga nazionale e regionale insieme a tecnici ed esperti.
 
Eletto anche il consiglio direttivo che risulta composto, oltre che dal neo presidente, anche da: Emanuel Balla (zona di Ferrere/Villanova); Emanuele Barlocco (Incisa Scapaccino/Nizza Monferrato); Flavia Firato (Cunico/Asti/Montiglio); Enrico Franco (San Damiano d'Asti); Sara Fusinati (Isola d'Asti/Costigliole); Davide Pavia (Calosso/Costigliole); Alberto Roggero (Castelrocchero/Nizza Monferrato); Bianca Viotti (Castelrocchero/Nizza Monferrato); Arianna Assenza Parisi.
 
«Credo che il ruolo dei giovani in agricoltura debba essere sempre più attivo e propositivo – ha detto il neo presidente -. Per quanto riguarda l’Astigiano l’Anga può fare molto creando un team che ascolti le istanze che arrivano dal territorio e si adoperi in prima persona per creare eventi, manifestazioni, ma anche attivare sinergie e nuovi canali di comunicazione, per far emergere un comparto, quello delle eccellenze agroalimentari e paesaggistico-ambientali, che è strategico per l’economia locale e nazionale».
 
Vari gli spunti emersi nel corso del convegno a cui hanno partecipato, come relatori, Francesca Picasso, vicepresidente nazionale Anga; Alice Cerutti, presidente Anga Vercelli-Biella e delegata Ceja (giovani agricoltori europei); Giovanni Chiò, vice presidente Anga Piemonte; Piergiovanni Ferrarese, componente comitato di presidenza Anga nazionale; e Paolo Guercio, dirigente dell’assessorato all’Agricoltura della Provincia di Asti. Tra le esigenze espresse dai giovani imprenditori rurali una migliore integrazione tra domanda e offerta dei prodotti agricoli, l’implementazione delle attività sostenibili e della tecnologia utile per le aziende agricole, una maggiore attenzione con la politica nazionale ed europea con le quali si auspica un confronto diretto e costruttivo.