Lunedì, 07 Aprile 2014 10:17

Slow food, eletti i nuovi vertici regionali

Si è svolto sabato scorso 5 aprile, nella meravigliosa cornice del  Castello di Moncalieri - Torino, il Congresso di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta che ha eletto il nuovo Presidente e la nuova segreteria regionale.

Ad aprire i lavori Luca Mercalli. Il noto meteorologo, ha posto l’accento sull’urgenza di agire da subito contro i cambiamenti climatici dovuti al surriscaldamento della terra, la cui evidenza scientifica si è andata consolidando di anno in anno. “Non si più aspettare ad agire – ha affermato Mercalli rivolgendosi ai delegati delle Condotte Slow Food, al Presidente nazionale Burdese e agli ospiti presenti - contro il cambiamento climatico che influisce inevitabilmente sull’agricoltura e quindi sul cibo che proprio Slow Food pone al centro di tutto”.

 

Rita Tieppo, maestra attiva da 10 anni nel fare gli orti nella sua scuola, ha poi dimostrato che questo stesso pianeta necessita di piccoli gesti quotidiani per essere salvato.

Dopo i graditi saluti del Sindaco di Moncalieri , Roberta Meo, si è entrati nel vivo del Congresso con la relazione del Presidente nazionale Roberto Burdese e del Presidente regionale uscente Bruno Boveri, che dopo dieci anni di conduzione di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta lascia il testimone alla nuova squadra dirigente.

 

I circa 90 delegati presenti hanno votato, in qualità di Presidente, Davide Ghirardi, che da oltre 11 anni fa parte dell’ufficio educazione di Slow Food Italia ed è stato il fiduciario della Condotta Monregalese Cebano Alta Val Tanaro Pesio per gli ultimi quattro,  Gabriella Chiusano come Segretario regionale, fiduciario uscente della Condotta del Monferrato astigiano, e i tre membri del Comitato esecutivo : Ludovico Roccatello, Marlena Buscemi e Luigi Carbonero.

 

La nuova segreteria, una squadra giovane e rinnovata, nasce dal gruppo di lavoro che nella fase precongressuale si è interrogata sul futuro del regionale, organizzando incontri sui territori e lavorando gomito a gomito al documento programmatico dei prossimi quattro anni.

 

“Ringrazio tutti i delegati e tutta l’associazione – afferma il neo Presidente Ghirardi - per la fiducia accordata al nostro gruppo, in un percorso che ci ha visto creare una proposta programmatica ambiziosa sia per la crescita del numero soci (abbiamo l’obiettivo di passare da 3.000 a 4.000 soci nella nostra regione entro la fine del 2014), sia soprattutto per le progettualità che intendiamo mettere in pratica nel quadriennio per censire, educare, comunicare e promuovere tutto ciò che c’è di buono, pulito e giusto in Piemonte e Valle d’Aosta”.

 

La giornata ha poi visto la presentazione delle proposte programmatiche per il futuro di Slow Food Italia, con una novità importante: quest’anno per la prima volta nella storia di Slow Food due squadre si contenderanno la leadership dell’associazione; a guidare le due squadre ci saranno da una parte Gaetano Pascale (fino a pochi giorni fa presidente di Slow Food Campania) e dall’altra Cinzia Scaffidi (responsabile del Centro Studi di Slow Food Italia).

 

Davide Ghirardi, Gabriella Chiusano, Ludovico Roccatello e Franco Fassio saranno, per Slow Food  Piemonte e Valle d’Aosta, i nuovi Consiglieri nazionali. Il Congresso regionale ha infine votato i delegati che dal 9 all’11 maggio andranno a Riva del Garda a votare per il rinnovo delle cariche di Slow Food nazionale.