Venerdì, 28 Febbraio 2014 13:14

Creare impresa con la Provincia: una tavola rotonda per fare il punto sull'attività

Una tavola rotonda è stata organizzata giovedì scorso dalla Provincia di Asti per confrontarsi con esperti e rappresentanti di altre amministrazioni sul tema del supporto che l’ente pubblico può offrire alla creazione d’impresa.

Nell’occasione, sono state presentate attività e prospettive dello sportello astigiano, attraverso un opuscolo che illustra il progetto descrivendo le imprese nate fino a oggi grazie al supporto degli specialisti messi a disposizione dall’Ente. Le stesse imprese al termine dell’incontro hanno curato un proprio spazio espositivo con l’allestimento di un punto immagine.

L’evento, dal titolo “Il supporto dell’amministrazione pubblica alla creazione d’impresa attraverso tre programmazioni comunitarie (1994-2013) e prospettive per il 2014-2020”, è stato promosso nell’ambito dei “Percorsi integrati per la creazione d’impresa”, iniziativa realizzata dalla Provincia di Asti e finanziata dal Fondo Sociale Europeo, con il contributo programmatico della Regione Piemonte.

Massimo Caniggia, dirigente del Servizio Lavoro e Sviluppo economico della Provincia di Asti, ha moderato il dibattito, cui hanno partecipato Susanna Barreca della Regione Piemonte, esperta in sostegno all'imprenditoria anche cooperativistica, Antonella Chiusole, Provincia Autonoma di Trento, Dirigente Generale Agenzia del Lavoro, Enkelejda Halilaj della Regione Emilia-Romagna, Startup Department - ASTER S.Cons.p.A.; Alberto Vergani, consulente esterno per la redazione del Piano della Qualità e per la valutazione sull’attuazione del Programma provinciale, Danilo De Masi, Associazione per la diffusione delle Cultura d’Impresa, Stefano Lalli, IZI SpA, soggetto attuatore del Servizio “Percorsi integrati per la creazione d’impresa”.

“La Provincia di Asti – ha spiegato Caniggia - ha attivato da alcuni anni il servizio “Percorsi integrati per la creazione d’impresa”, iniziativa prevista dal Programma Operativo Regione Piemonte del Fondo Sociale Europeo, finanziata attraverso fondi dell’Unione Europea e della Regione Piemonte, rivolta ad aspiranti neo imprenditori e lavoratori che intendano avviare un’attività in proprio. Il percorso di accompagnamento e supporto alla creazione di impresa si esplica attraverso diverse fasi: valutazione dell’idea imprenditoriale e delle caratteristiche del proponente, attività consulenziale e formativa per la corretta definizione del progetto di impresa,  presentazione delle domande di finanziamento, servizi di consulenza specialistica alle neo-imprese nella delicata fase di avvio”.
“In questo periodo di grave congiuntura economico-occupazionale – ha sottolineato il dirigente provinciale - il servizio ha sortito effetti positivi sul territorio, contribuendo negli anni allo sviluppo e alla crescita di realtà imprenditoriali. Allo scopo di garantire continuità all’attività, evitando l’interruzione dovuta al ritardo nell’avvio della programmazione FSE 2014/2020, la Regione Piemonte, con propria determinazione, ha assegnato alle Province fondi per la gestione delle azioni di accompagnamento fino a marzo 2015”.