Venerdì, 28 Febbraio 2014 08:34

"Parlando rischiamo di capirci": un incontro presso l'API sul rapporto tra banca e imprese

Venerdì 21 febbraio, presso la sede di “Api Asti”, sì è svolto un incontro-dibattito, organizzato con Unicredit, sul tema dell'Accesso al credito bancario.

"Parlando rischiamo di capirci": questo è stato il filo conduttore dell'incontro teso a fare comprendere agli imprenditori presenti come una banca come Unicredit, presente capillarmente sul territorio astigiano, valuti il merito creditizio dell'impresa e come quest'ultima possa modificare a proprio favore il giudizio di merito anche quando i dati contabili non siano a proprio favore.

A questo scopo “Api Asti” ha creato uno sportello, con permanenza settimanale al proprio interno e su appuntamento presso le imprese associate, che aiuti gli imprenditori a preparare veri e propri memorandum informativi che mixino gli elementi oggettivi, quantitativi ed andamentali con quelli qualitativi in modo da dare fondamento alla diversa valutazione.

Nell'ambito dell'incontro è stato affrontato anche il tema complementare della mitigazione del rischio attraverso lo strumento della garanzia prestata dal Fondo Centrale di Garanzia per le PMI che ha lo scopo di favorirne l'accesso al credito mediante la concessione di una garanzia diretta, "a prima richiesta", esplicita, diretta ed irrevocabile che copre nei limiti dell'importo massimo garantito l'ammontare delle somme erogate dalle Banche. Unicredit a partire dall'anno scorso si è dotata di una struttura centrale che organizza il flusso
operativo tra Banca e Impresa verso il gestore del Fondo.

Anche in questo caso “Api Asti” aiuta gli imprenditori nell'autovalutazione del merito creditizio della propria azienda per poi veicolare alla struttura centrale di Unicredit i dossier pronti ad essere inoltrati al gestore del Fondo abbreviando i tempi di risposta.