Venerdì, 28 Febbraio 2014 15:08

Alla ricerca del "Sagre Graal": i migliori eventi del fine settimana

Ripasso veloce prima di iniziare la nuova tornata (non quella elettorale) di avvenimenti: cosa bisogna schiaccare sulla colonna di destra delle "Rubriche e info utili" nella homepage di AtNews, appena sotto l'Oroscopo?

No, non la mosca che si è posata sul vostro schermo e neanche un pisolino, rimanete svegli almeno fino alla fine! Vi do un aiutino (come in tv), serve a conoscere tutti, ma proprio tutti, gli eventi che si svolgono nell'astigiano. La risposta esatta è: il bottone "Cosa faccio oggi", un più per chi ha risposto bene, per  gli altri (molti?) compiti a casa e la prossima volta nuova interrogazione. E adesso via con gli eventi del fine settimana ("Pronti, partenza, via si va per mari e Monti"... poi c'è stato Letta e ora Renzi, tutti nomi corti, che ci sia un nesso con la durata del governo?). Domenica 2 marzo Cantarana sarà in festa per il Carnevale, colori, giochi e divertimento per la "Sfilata delle maschere". Partenza alle 14 dal piazzale Cesare Novara con ricchi premi e grande abbuffata di bugie e polenta offerte dalla Proloco.

Stessa data per il Carnevale Cellese,  il ritrovo sarà alle ore 14.30 in piazza con la partecipazione delle maschere Madama Brinda e Monsù Botal, giochi per i bimbi organizzati dalle "Super mamme 2 Super papà". Chiudono la sezione Carnevale quello di Callianetto sempre domenica alle ore 14.30 e il concerto "Carnevale in Musica" di venerdì 28 febbraio al Teatro Alfieri di Asti. Dal Carnevale alle favole il passo è breve, lo spazio di un "C'era una volta", anzi ci sarà domenica, a Baldichieri alle ore 16.30 lo spettacolo, organizzato dall'Associazione Alma, "Favole in musica, un magico mondo tra realtà e fantasia". Le due protagoniste in scena Marinella Ferrero ed Ernesta Aufiero, solo una voce recitante ed un pianoforte dipingeranno con i pennelli dell'immaginazione atmosfere intense e coinvolgenti.

Atmosfere di una volta, come quelle rimembrate dal romanzo di Livio Musso "Tre giorni a luglio", presentazione sabato 1 marzo alle ore 21 in comune a Portacomaro. Respirando a pieni polmoni gli aneliti di Libertà venuti col vento dalla Francia hanno pensato, organizzato e realizzato nel 1797 il sogno più bello: fare di Asti una Repubblica che, però, durerà solo i tre drammatici giorni di fine luglio. Sui fatti storici di quei giorni la storia dell’amicizia tra due ragazzi, nell’età in cui si affacciano alla gioventù. E a proposito di giovinezza e Carnevale: «Quant'è bella giovinezza, Che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza» da "Canti Carnascialeschi, Canzona di Bacco" di Lorenzo de' Medici. Che sia vermanete così?

Buon fine settimana a tutti e alla prossima!