Giovedì, 27 Febbraio 2014 10:18

Nasce ad Asti il cibo per i cavalli delle Olimpiadi

Nasce ad Asti il cibo per i cavalli delle Olimpiadi. Il Mangimificio Palazzetto di Castiglione si amplierà grazie alla Variante 31 al piano regolatore.
 
Mais, orzo, avena e altre delizie coltivate nelle campagne astigiane, aromatizzate con la vaniglia, o dolcificate con la melassa. Nasce cosìil pasto dei cavalli purosangue che concorrono alle Olimpiadi o alla Coppa del Mondo, prodotto dal Mangimificio Palazzetto di Castiglione.
 
Il Sindaco Fabrizio Brignolo e il vicesindaco, assessore all'urbanistica, Davide Arri, hanno visitato ieri l'azienda della famiglia Peiretti, una delle diciotto attivitàproduttive che amplieranno la loro attivitàgrazie ad una apposita norma introdotta dalla variante 31 al piano regolatore, giàesaminata dalla commissione urbanistica e prossima ad approdare in aula per l'approvazione in consiglio comunale.
 
La norma consentiràdi introdurre nell'azienda agricola uno spazio ulteriore dedicato alla produzione e commercializzazione di un prodotto di nicchia che sta incontrando il favore del mercato.
L'azienda Palazzo si èspecializzata nella produzione di mangimi per cavalli particolarmente sofisticati: èstata tra le prime al mondo a lanciare un mangime specifico per cavalli affetti da ulcera, cosìcome un mangime (esclusivamente costituito da prodotti vegetali) per cavalli con problemi muscolari e, ancora, un prodotto adatto a rilassare animali troppo agitati.
 
Questa specializzazione èstata resa possibile della passione per i cavalli e dalle competenze veterinarie della famiglia Peiretti, che da cinque generazioni vive a Castiglione, nonchédalla collaborazione con le universitàdi Torino e Milano.
 
I mangimi sono realizzati esclusivamente con mais, orzo, avena e altri prodotti agricoli coltivati direttamente nell'azienda di Castiglione o da altri agricoltori della zona, che in questi ultimi anni hanno cominciato a impiantare avena e a conformare le produzioni ai parametri di eccellenza richiesti dall'azienda Palazzetto.
Oltre ai mangimi speciali l'azienda produce anche mangimi per l'alimentazione corrente dei cavalli "normali" che possono cosìgodere delle stesse prelibatezze dei purosangue dell'aristocrazia equina che si incontra ai concorsi e alle olimpiadi.
 
"Semplificare le procedure e togliere vincoli inutili, che danneggiano lo sviluppo della aziende, è lo specifico obbiettivo di questa variante al piano regolatore, che vuole semplificare la vita agli imprenditori" hanno dichiarato il Sindaco Brignolo e il  Vicesindaco Arri.