Mercoledì, 26 Febbraio 2014 10:52

Il progetto "I Feel Cud" per sostenere l'8x1000 alla Chiesa Cattolica

Un concorso rivolto ai giovani e alle parrocchie, la ricerca di un’idea che porti il sorriso fra la gente.

E’“I feel Cud” l’iniziativa,  giunta alla sua quarta edizione, lanciata da servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica, in collaborazione con il servizio nazionale per la Pastorale Giovanile.

La Cei chiede ai giovani dai 18 ai 35 anni di sensibilizzare i fedeli alla firma dell’8xmille e lo fa lanciando il concorso per i ragazzi sul tema del sostegno economico alla Chiesa: li coinvolge  in prima persona nella raccolta e favorisce la conoscenza del mondo del lavoro attraverso un’esperienza concreta di progettualità.
In palio un contributo economico da 1000 euro a 29.500 euro per la realizzazione di un progetto di unità sociale per migliorare la vita della propria comunità.

Ma come fare per partecipare?

Basta creare una squadra, con supporto del proprio parroco che raccolga le schede 8x1000 allegate ai modelli Cud e consegnarle a un Caf; presentare quindi una pianificazione dettagliata del progetto ideato.
E' anche possibile realizzare un video che presenti le idee proposte nel Progetto.
Il video non è obbligatorio, ma può  far acquisire un bonus del 10% sulla somma vinta e permette anche di concorrere al Premio del  Pubblico (in palio 1.000 euro per il video più votato online).
Più è alto il numero di Cud raccolti più è alto il budget che si può vincere.

Per presentare il proprio progetto invece basta rispondere a un semplice questionario sul sito di "I feel Cud".

Sono cinque le categorie per le quali si può concorrere: per ogni categoria vince il progetto considerato più meritevole dalla giuria, secondo i criteri di valutazione  presenti nel sito.

Gli elaborati progettuali potranno essere inviati dal 1° marzo al 30 maggio. Il progetto e l’eventuale video devono essere caricati online entro la mezzanotte del 30 maggio. I vincitori saranno proclamati sul sito il 26 giugno 2014.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.ifeelcud.it