Lunedì, 24 Febbraio 2014 15:58

"Grandi astigiani hanno fatto la storia della canzone: tornate a Sanremo solo se c'è Pippo Baudo"

Big della Canzone, tornate a Sanremo solo c’è Pippo Baudo. Gli dobbiamo tutti moltissimo. E’ l’unico in grado di ridare gloria al nome del Festival. Propongo ai piemontesi una petizione sul web in suo favore per l'edizione 2015”.

E’ l’appello accorato di Maurizio Lorys Scandurra, critico musicale e giornalista radiotelevisivo già nel cast di svariati programmi di Raiuno e Raidue. “Mi rivolgo a Giorgia, Anna Oxa, Patty Pravo, Matia Bazar, Mango, Loredana Bertè, Fabio Concato, Michele Zarrillo, Gianluca Grignani, Irene Grandi, Mietta, Amedeo Minghi. Insomma, i veri beniamini del pop italiano che con lui hanno costruito carriere importanti e mancano dall’Ariston da troppo tempo”.

C'è molto Piemonte nella storia di Sanremo, a cominciare da artisti storici del calibro di Danilo Amerio (ha scritto “Donna con te” e “Gente di mare”), i fratelli Franco e Umberto Tozzi, La Strana Società, Dino, Gilda (che lo vinse nel 1975 con "Ragazza del Sud"), Giorgio Faletti, Valerio Liboni de I Nuovi Angeli.

"Molti i cantanti che negli ultimi 15 anni si sono avvicendati con alterne fortune – soprattutto per chi ha partecipato a Sanremo Giovani, per poi dissolversi repentinamente nell’universo musicale come una meteora di passaggio - sul palco ligure, provenendo tutti per lo più dalla prima cintura torinese", racconta Maurizio. "A cominciare dai rivolesi Perturbazione - diretti dall’astigiana Andrea Mirò - vincitori del Premio delle Critica, in gara quest’anno fra i Big. Nel 1999 ritroviamo i torinesi Dottor Livingstone fra le Nuove Proposte e i Subsonica fra i Campioni. A classificarsi secondo fra i Giovani nell'edizione 2001 targata Raffaella Carrà fu invece Sergio "Moses" Moschetto, rocker di San Mauro, voce potente e look d'impatto con una folta chioma di capelli rasta e abiti di pelle: il brano s'intitolava "Maggie".

Continua Scandurra: “Nel 2007, invece, ad accompagnare Milva sul palco i Sunshine Gospel Choir, formazione gospel torinese diretta da Alex Negro, con voci e musicisti di Collegno, Rivoli, Alpignano, Susa e Bussoleno". Ma c’è di più. “Nel 2008, invece,  fra i Giovani fa la sua bella figura Ariel, giovane cantante di Venaria prodotta da Alex Gaydou proprio come la torinese Bianca, da lui diretta all'ultimo Sanremo. Dulcis in fundo, gli Anno Domini Gospel Singers, corale torinese guidata dal valente Aurelio Pitino, soulman di Santena, con elementi provenienti dall'hinterlaand torinese che si sono esibiti con Raphael Gualazzi, secondo fra I Big".