Sabato, 01 Febbraio 2014 07:54

Successo di pubblico per la "Maratona musicale no stop" all'Archivio di Stato

Domenica 26 gennaio, con il patrocinio del Comune di Asti e la collaborazione di Primaradio, l’Archivio di Stato di via Govone ha ospitato la seconda edizione della “Maratona musicale no stop” manifestazione ideata e presentata da Paride Candelaresi.

Dal mattino alle 11.30 con lo spettacolo “Divertissement classique” della scuola di danza “My Day Academy” fino alle 22,15 c’è stata un’affluenza costante di appassionati di musica stimata in totale in più di seicento presenze a sedere.
Dopo l’aperitivo a cura di “Barbera & Barbere” alle 15 applausi per l’esordio dell’”Insieme Strumentale Fakè”, composto dai tre fratelli Ruffinengo, Paola, Chiara e Matteo, e da Martina Cavaleri, con nuovi percorsi sonori tra classico e moderno.
Alle 16 entusiasma un altro gruppo al suo debutto, gli “Gipsy Angels”, che hanno in repertorio la chanson française e il manouche, ovvero quella musica datata anni ’20 nata dalla contaminazione fra la musica tradizionale francese e il jazz giunto dall’America.
Alle 17,15 è la volta del tenore Alberto Bazzano e dell’arpista Alessandra Franco. Introdotti da Piergiorgio Bricchi, presidente degli Amici della Musica “Beppe Valpreda”di Asti e apprezzato docente dell’Utea, deliziano con antiche melodie.
Alle 19,15, dopo una gradita pausa “golosa”, altra prima esibizione in pubblico, questa volta del bravissimo pianista Tommaso Maccario, 14 anni, proposto dal suo Maestro, Sebastian Roggero.
Alle 20 spazio al coro “Laeti Cantores” di Canelli diretto da Orietta Lanero con un impegnativo programma di canti fra sacro e profano del secolo XVI.
A chiudere in bellezza alle 21, presentato da Alberto Bazzano, in un concerto fra Puccini e Gershwin dal titolo “Note di passione”, un duo di pregio, il soprano Marzia Grasso e la pianista Silvia Belfiore.