Domenica, 26 Gennaio 2014 09:21

Momenti della Memoria per la Shoah a Castelnuovo don Bosco

Margherite Duras scriveva " Se l'orrore nazista viene considerato solo un destino tedesco e non un destino collettivo, l'uomo di Auschwitz sarà ridotto a vittima di un conflitto locale. C'e' solo una risposta per tale crimine; trasformarlo nel crimine di tutti. Condividerlo".

Castelnuovo don Bosco, cosi' partecipa e condivide la Shoah:

- Giovedi' 30 Gennaio 2014 dalle ore 9 alle ore 13 il Sindaco nella sala Consiglio incontra gli allievi delle Scuole Statali di Castelnuovo don Bosco, insieme a Susanne Raweh - deportata da bambina nei campi di concentramento nazisti; verrà letta la lettera di un altro ebreo obbligato a Castelnuovo tra il 1941 e il 1943, Fedor Lederer oggi diplomatico in pensione, residente a Parigi;

- Domenica 2 Febbraio 2014 alle ore 16 in piazza Balbo a Mondonio, con la Biblioteca San Domenico Savio, "Ho sognato la cioccolata" con Valentina Veratrini e la compagnia dell'Isola - rappresentazione dedicata alla Shoah - in caso di maltempo si terrà nella Chiesa parrocchiale di S.Maria e S.Giacomo a Mondonio;

- Venerdi' 7 Febbraio 2014, organizzato da ISTRAT della Provincia di Asti - con il Teatro degli Acerbi: "Fino a quando cadrà la neve" tratto da "La storia di Natale" di Natale Pia. Sotto l'ala di piazza don Bosco - alle ore 21,00 - la memoria dei campi di concentramento e e la drammatica esperienza del giovane artigliere astigiano in una piece teatrale  curata dal grande Luciano Nattino, con Fabio Fassio, Dario Cirelli e Gianvincenzo Pugliese.